Enrico Rava sperimenta e apre l’Empoli Jazz Festival 2018 a Castelfiorentino

L’Empoli Jazz Festival nella sua edizione invernale del 2018 è ufficialmente cominciato. Enrico Rava e il suo ‘New Quartet’ l’hanno inaugurato al Teatro del Popolo di Castelfiorentino, dove quest’anno l’EJF sconfina per ben due appuntamenti (Uri Cane e Dave Douglas arriveranno in marzo).
La partenza ha subito confermato l’attrazione della rassegna jazz empolese riscontrando la risposta più che decisa del pubblico, che ha riempito il teatro affollando la biglietteria già dall’apertura.

Il quartetto suona per circa un’ora e venti minuti in un’esibizione impegnativa e intensa, fatta di sperimentazioni e lunghi assoli. Alla chitarra, Francesco Diodati crea distorsioni elettriche con la sua pedaliera, suoni metallici e industriali, mentre Gabriele Evangelista – quasi di casa, visto che è nato a Poggibonsi – lo accompagna rendendo il suo contrabbasso un oggetto da abbracciare per sentirne le note più alte e da colpire con l’arco per tirarne fuori suoni sofferti, che stanno bene con le distorsioni di Diodati.
Fa cornice Enrico Morello, che riesce a contenere il tutto con una tecnica velocissima e un’abilità talentuosa nel cambiare bacchette con spazzole per suonare la batteria.
Davanti a tutti la tromba di Rava, che ha assemblato gli altri tre e se ne gode le evoluzioni, ora mettendosi in disparte sua una sedia osservando e regalando la scena agli assoli degli altri, ora gestendo il suo quartetto e dialogando con gli altri tre.
Un concerto difficile, perché un tipo di jazz del genere piace o non piace: è per i cosiddetti palati sopraffini e possibilmente i puristi non condividono la maggior parte delle sperimentazioni messe sul palco dal trombettista triestino. Ma tant’è: durante i quasi ottanta minuti di esibizione il jazz è stato protagonista nella sua accezione madre, ovvero quella dell’improvvisazione. D’altronde, a proposito di sperimentazione, è sempre bene ricordare che Rava trova posto già nel ’75 nella definizione che Polillo ha dato del jazzman europeo: “… è un musicista che non si limita a suonare alla maniera degli americani (…), ma fa spesso musica con loro e non ha paura di inventare“. Che è ciò che ha fatto Rava tirando su questo quartetto.

Il prossimo appuntamento con l’Empoli Jazz Festival è per giovedì 22 febbraio: Simone Cristicchi e i Funk Off suonano al cine-teatro La Perla per il secondo appuntamento, primo empolese, curato in collaborazione con il Centro Studi Musicali ‘Ferruccio Busoni’ dall’associazione Empoli Jazz, che attraverso l’associazione Music Pool ha inserito questo e gli altri appuntamenti nel cartellone degli eventi del Network Sonoro.